KOREAN SKINCARE: i 10 segreti della pelle perfetta

Negli ultimi anni, il mondo della skin care ha conosciuto quello che per molte donne era già un dato di fatto: la skincare coreana.

La skincare coreana è una beauty routine ancora poco utilizzata in Italia, forse perché dalla maggior parte delle persone è ritenuta troppo lunga, però non tutti i passaggi sono obbligatori come si pensa.

Questi passaggi sono delle vere e proprie coccole, del tempo da dedicare a noi stessi in due momenti della giornata fondamentali:
mattina e sera.
È composta essenzialmente da 10 step, anche se non tutti vanno effettuati quotidianamente. Vediamo quali sono e quando attuarli:

1. CLEANSING OIL

Per avere una bella pelle bisogna iniziare dalla pulizia del viso: quante volte siete andate a dormire utilizzando solo delle salviettine struccanti o dell’acqua micellare?

Questa è la prima parte di quell che viene definita double cleansing ovvero una doppia detersione: consiste quindi nel rimuovere a fondo il trucco e detergere il viso attraverso un detergente oleoso ( cleansing oil o balm)

Il cleansing oil è un detergente a base oleosa o sotto forma di balsamo cremoso, che va applicato sul viso asciutto.; questo pulisce profondamente, rimuovendo ogni traccia di trucco e smog in maniera molto delicata. I movimenti devono essere leggeri, fatti con la punta delle dita, perché dobbiamo ricordarci che la pelle non va assolutamente stressata.

Sarà sufficiente farlo durante la beauty routine serale, ma si può fare anche per la pulizia del viso del mattino se si ha la pelle particolarmente oleosa o impura, dato che è ottima per rimuovere bene l’eccesso di sebo.

2. DETERGENTE A BASE ACQUOSA

Dopo la detersione oleosa ci si lava il viso con un detergente a base acquosa, ecco perché questa pratica  si chiama double cleansing, da scegliere in base al tipo di pelle e alla stagionalità.

Il detergente schiumoso può essere una soffice schiuma oppure un detergente in gel o cremoso, da massaggiare fra le mani umide, fino ad ottenere una schiuma che andrà a rimuovere i residui del detergente oleoso.

Al mattino, se non si vuole utilizzare il detergente oleoso, questo serve a rimuove i trattamenti della sera precedente.

3. ESFOLIAZIONE

L’esfoliazione è un passaggio essenziale per il rinnovamento cellulare, in quanto serve a restringere i pori e permette alla pelle di assorbire meglio i trattamenti successivi.

Ci sono essenzialmente due tipologie di esfoliazione: l’esfoliazione meccanica, come per esempio lo scrub con zucchero o il gommage, o l’esfoliazione chimica con prodotti a base principalmente di acido glicolico, gluconolattone o acido salicilico ( AHA , BHA, PHA). L’esfoliazione meccanica può essere fatta con la pelle asciutta ( metodo più esfoliante) o con la pelle inumidita ( metodo di esfoliazione più delicato) ed è sconsigliata alle pelli acneiche e con patologie, basta ricordare di farla con movimenti estremamente delicati..

L’esfoliazione va effettuata da una a massimo due volte alla settimana, per danneggiare eccessivamente la barriera cutanea.

4. TONICO E FACE MIST

In Core è anche chiamato Skin ed è l0 step che separa la detersione dall’idratazione, motivo per cui è importante non saltarlo.

Rispetto ai tonici più comuni, quelli coreani sono più ricchi di principi attivi ed estratti naturali, perché oltre a riequilibrare il ph della pelle danno il via all’ idratazione, ristabilendo la barriera cutanea dopo la detersione e l’esfoliazione.

Fondamentale è che sia a Ph acido e senza alcohol, da applicare con un dischetto di cotone se la pelle ha bisogno di un ultimo passaggio di pulizia o direttamente con la punta delle dita picchiettandolo dolcemente, facendolo assorbire con calma per un effetto ancora più idratante.

Ne va veramente utilizzata una quantità minima, motivo per cui le confezioni durano letteralmente mesi.

5. ESSENCE

Da utilizzare dopo il tonico e prima del siero, è il cosmetico coreano per eccellenza!

La vera essence coreana apporta idratazione e stimola il rinnovamento cellulare, per una pelle più compatta e luminosa. Tra gli ingredienti principali di ogni essence che si rispetti, oltre a varie tipologie di estratti naturali e principi attivi, troviamo i fermenti lattici, veri e propri ingredienti di culto tipici della cosmesi coreana più all’avanguardia che sono fondamentali per rinforzare la nostra pelle con un effetto barriera.

La Essence coreana può avere tre consistenze diverse: densa e viscosa, simile al siero; lattiginosa simile ad una lotion; acquosa sotto forma di Mist, ovvero da nebulizzare anche più volte al giorno. In quest’ultimo caso, essendo a Ph acido può anche andare a sostituire il tonico, accorciando così la nostra skincare.

6. SIERO, BOOSTER, AMPOULE

Il Siero ha una consistenza più densa dell’Essence, con una formulazione a base oleosa, in emulsione gel o in emulsione cremosa.

La consistenza cambia in base alle differenti tipologie e va ad incidere sulla spalmabilità della crema che andremo ad applicare successivamente. Per la natura della formulazione, il Siero può contenere molti più principi attivi di una crema, la cui composizione richiede più emulsionanti e oli a discapito degli attivi.

Chiamato anche Booster o Ampoule (in Corea) ha una funzione mirata alle differenti imperfezioni e necessità della pelle: per illuminare, antirughe, aumentare il turnover cellulare, per apportare nutrimento e vitamine.

7. MASCHERA IN TESSUTO

Indubbiamente è la a parte più rilassante e soddisfacente, poiché ci si prende del tempo per se stessi: le maschere in tessuto o hydrogel sono quanto di meglio possiate offrire alla vostra pelle.

Di maschere in tessuto ce ne sono veramente per tutti i gusti: in puro cotone, in cellulosa o in hydro gel sono imbevute di siero la cui formulazione leggera e penetrante è ricca di principi attivi ed estratti naturali. 

Il tessuto rilascia gradualmente, nei 20 minuti di posa consigliati, tutte le sostanze nutritive e i principi attivi: così facendo, la vostra pelle ne assorbirà lentamente tutti i benefici.

Il prodotto che rimane sul vostro viso non va sciacquato ma massaggiato fino all’assorbimento, quello che avanza dalla confezione può essere spalmato nelle zone più ruvide e bisognose del nostro corpo: braccia, gomiti, décolleté.

8. CONTORNO OCCHI

La pelle del contorno occhi è veramente sottile e delicata e va trattata con cura: una volta scelto il contorno occhi che preferiamo, va delicatamente picchiettato fino alla parte più esterna dell’occhio verso lo zigomo. Il cosmetico per il contorno occhi deve essere un mix di principi attivi, texture ricca e di perfetta assorbenza, combattere i segni del tempo e illuminare lo sguardo, per avere sempre uno sguardo fresco, disteso e riposato.

Per un effetto immediato, da fare una volta a settimana o prima di un’occasione importante, sono molto efficaci le maschere in tessuto o i patch in gel per il contorno occhi imbevuti di estratti naturali e principi attivi che sgonfiano, illuminano e distendono le rughe. Da applicare dopo il tonico, così non scivolano.

9. MOISTURIZER

Sia nella morning routine che nella night routine è fondamentale applicare una crema, una lozione o un’emulsione ( che sono più leggere della crema) che protegga o che rigeneri la nostra epidermide.

Si possono scegliere formulazioni sempre il tipo di pelle o la stagionalità: creme dense e corpose per le pelli più secche e disidratate o per i mesi più freddi; lozioni, gel ed emulsioni per le pelli normali, miste e oleose o per i mesi più caldi

Una volta a settimana o quando la pelle lo necessita, sulla abituale crema si può usare una maschera della buona notte sotto forma di crema o di gel particolarmente idratante, che non va risciacquata ma fatta assorbire durante il sonno. Può anche sostituire l’abituale crema da notte, massaggiandola in questo caso.

10. PROTEZIONE SOLARE

raggi del sole sono la principale causa del photoaging: il deperimento e l’invecchiamento della pelle a causa dei raggi UVA e UVB , che sono anche la causa dei tumori della pelle.

Un modo per proteggere la nostra pelle è usare, anche se non c’è il sole, una protezione solare. In Corea sono abituati all’uso della crema sunscreen, pertanto i vari brand cosmetici fanno a gara per produrre creme e latti dalle formulazioni performanti: la crema solare coreana protegge alla perfezione e si assorbe velocemente, senza appesantire o appiccicare.

Si possono scegliere creme o emulsioni con formulazioni più o meno ricche in base alla stagione e al proprio tipo di pelle. Anche chi soffre di acne deve proteggere la propria pelle per evitare che le cicatrici si scuriscano e diventino macchie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...